Divertente, corale, umano, profondo, autentico, etereo. Capolavoro.

Aggettivi (e un sostantivo) si sprecano per rendere onore a uno dei più importanti romanzi usciti negli ultimi anni: Lincoln nel Bardo di George Saunders (edito da Feltrinelli con la sublime traduzione di Cristiana Mennella), di fatto un meritato Man Booker Prize che è molto più di un romanzo.

Servendosi di rimandi e citazioni, ricostruzioni e testimonianze vere, verosimili o inventate (ché la letteratura è soprattutto questo), Saunders costruisce una Spoon River post-moderna in cui una schiera di defunti racconta la propria storia accogliendo la fulminea dipartita del giovanissimo Willie Lincoln.

Il figlio…


«Camminano nell’hangar ma non con una direzione precisa, passano da un aereo all’altro come si cambia argomento; non si può dire che camminassero proprio insieme, non ancora almeno, ma ciascuno dei due seguiva o anticipava l’altro e le parole si agganciavano o si separavano come i loro movimenti nello spazio.»

Pietro Brahe e Ira Epstein, un fisico e uno scrittore, sono i protagonisti di Atlante occidentalem, uno tra i momenti più significativi dell’opera di Daniele Del Giudice, morto il 2 settembre 2021 dopo una lunga malattia neurologica.

Siamo al Cern di Ginevra — rievocato anche nell’imperdibile “Taccuino” che, con la…


Un libro di culto in tutti i sensi, precursore o forse unico esponente di una fantascienza umoristica che cammina a ritroso.

Stiamo parlando del gioiello di Roy Lewis, Il più grande uomo scimmia del Pleistocene (Adelphi con ottima traduzione di Carlo Brera), un libro che — come ricorda saggiamente la prefazione — per lungo tempo ha dato a ciascuno “la calda, squisita sensazione di essere il solo a conoscerlo”.

Il giovane Ernest è alle prese con le non sempre brillanti intuizioni di papà Edward e con i rigidi ostruzionismi del reazionario zio Vania: queste tre figure, insieme al viaggiatore zio…


Un titolo che è più di un programma, un programma che si fa manifesto prima ancora che fervido auspicio.

La letteratura ci salverà dall’estinzione di Carla Benedetti (Einaudi) è un agile e compiuto pamphlet che titilla le nostre coscienze per mostrarci che il nostro passaggio nell’Antropocene non può essere slegato dalla capacità di farci “acrobati del tempo” (felice citazione da Günther Anders).

Cosa ci impedisce di pensare al domani? In una messe di realizzate citazioni, l’autrice chiama in causa tra i primi lo scrittore statunitense John McPhee, secondo cui la scoperta che la Terra fosse più vecchia della comparsa dell’uomo…


Cosa sarebbe accaduto se una manciata di cartelle, preparate per essere lette dinanzi a un pubblico con il giusto timbro di voce, non fossero state trasformate in un libro eterno e “resistente”?

Forse Virginia Woolf sarebbe stata “solo” l’autrice di Gita al faro e Mrs Dalloway, tanto per citare i primi due titoli che saltano alla mente, perché il pamphlet Una stanza tutta per sé (qui nella versione “Universale Economica Feltrinelli” con l’ottima traduzione congiunta di J. …


(Otto splendidi libri per affrontare l’estate e quel che ne resta.)

https://unsplash.com/photos/MABt_EhXT6E

Dopo Ferragosto, libri belli vi riconosco.

Anche questo blog si inserisce nel solco dei consigli di lettura per una stagione che dovrebbe essere segnata da tempo libero e disimpegno, vitalità e leggerezza ma che, come lo scorso anno, vive nello spettro della pandemia da coronavirus e che — come tutti gli anni — incappa in polemiche da ombrellone o nella riproposizione di temi eterni. Del resto, come ricorda il New York Times in un bel pezzo, l’avvio delle proposte per le letture estive risale addirittura al 5 giugno 1896.

E allora, dopo i numerosi suggerimenti che sono fioccati a partire…


Il ritorno di uno scrittore nella sua terra dilaniata, ferita, stuprata, eppure non inerme e mai doma.

Così, a distanza di venti anni dall’ultimo viaggio a Napoli e nelle vesti di “emigrante” milanese, Giuseppe Marotta ritrova la sua Itaca e scrive una raccolta composta non tanto da racconti ma da fotografie e suggestioni che immortalano una bellissima città sospesa tra saggezza e disillusione, tra voglia di riscatto e arte di arrangiarsi.

San Gennaro non dice mai no — riproposto da Alessandro Polidoro Editore a oltre sette decenni dalla prima edizione con la preziosa curatela di Alessio Forgione — è il…


“Era quella la storia che aveva cambiato l’America. Avrebbe cambiato anche mio cognato?”.

In Cose che voi umani — titolo non poteva essere più azzeccato, editore Marsilio — Enrico Deaglio passa al setaccio i friabili meccanismi della democrazia americana partendo dalla rievocazione dell’assalto dei sostenitori di Trump a Capitol Hill, avvenuto il 6 gennaio 2021, e arrivando a costruire una trama sottile e avvincente.

In una struttura narrativa che alterna romanzo e documentario, il fondatore di Diario veste i panni dell’emblematica figura di Tony Sanfilippo, archivista e bibliotecario che, nell’intento di scagionare il cognato coinvolto negli scontri del Campidoglio, si…


Il 19 luglio di due anni fa ci lasciava Mattia Torre. La data è solo il pretesto per ricordare un autore brillante capace di posare il suo sguardo lucido e caustico su situazioni apparentemente insignificanti e dunque sulla vita di tutti i giorni.

Già ideatore con i sodali Ciarrapico e Vendruscolo della fortunata serie Boris, parodia del mondo televisivo di cui metteva alla berlina ubbie, vizi e storture, Mattia Torre aveva raccontato la sua malattia con garbo, ironia e senza retorica alcuna nel testo La linea verticale, portato in scena dal suo alter ego Valerio Mastandrea.

Proprio Mastandrea e con…


Salire verso il basso, scendere verso l’alto, tirare quando si spinge, spingere quando si tira, tenere il piede in due staffe, salvare capra e cavoli, volere una cosa e il suo contrario.

In definitiva, far avanzare i piedi all’indietro.

È così che bisognerebbe leggere Emmanuel Carrère e il suo Yoga, pubblicato in Italia da Adelphi con l’ottima traduzione di Lorenza Di Lella e Francesca Scala, dopo mesi di battage promozional-polemico in cui critici francesi e internazionali si sono interrogati sul senso di realtà delle sue narrazioni e sulla dirimente dicotomia vero/falso.

Ha forse senso stabilire quanta verità, quanta accuratezza, quanta…

Letteratume

Spunti di lettura con leggerezza

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store